Registratore Telematico: cosa è e a cosa serve

Anche tu hai sentito parlare del Registratore Telematico ma non hai ben capito cosa è e a cosa serve? Bene sei nel posto giusto.


Prenditi 5 minuti del tuo tempo per leggere questo articolo, noi di SimFonia siamo qui per spiegarti funzionamento, tempistiche e scadenze di questo nuovo strumento telematico il cui obiettivo è quello di semplificare e digitalizzare la burocrazia fiscale.

  • Registratore Telematico: cosa è

Il Registratore Telematico 2019 è un’infrastruttura completa e, necessariamente dotata di una specifica etichetta rilasciata dall’Agenzia delle Entrate, con la funzione di memorizzare e inviare i dati dei corrispettivi in maniera conforme ai parametri della legge fiscale e, attraverso una connessione sicura e inalterabile, all’Agenzia delle Entrate.

Per tutti i distributori automatici e tutti i grandi retailers, ovvero la grande distribuzione con fatturato annuo maggiore di 400,000 euro, l’obbligo di installazione del Registratore Telematico, parte dal 01 luglio 2019.


Tale obbligo si estenderà a tutti gli altri esercenti soggetti ad IVA dal 01 gennaio 2020.

  • Registratore Telematico : come funziona?

Vediamo ora come funziona il nuovo Registratore Telematico. Quando si effettua la chiusura di cassa giornaliera, il Registratore Telematico elabora, memorizza e invia i dati dei corrispettivi derivanti dalla vendita di beni o servizi. Tecnicamente il Registratore genera a ogni fine giornata un file Xml che viene trasmesso per via telematica all’Agenzia delle Entrate.


Con una semplice connessione internet e un solo tocco, i corrispettivi saranno dunque trasmessi in automatico e in totale sicurezza.

invio automatico dati


Al fine di garantire l’autenticità, l’inalterabilità e la certezza dei dati, il Registratore Telematico deve essere censito, attivato (ovvero abbinato alla partita Iva dell’esercente titolare dei corrispettivi) e messo in servizio con la prima trasmissione utile.


Le realtà commerciali con più di 3 punti cassa, potranno invece utilizzare il server RT, una infrastruttura tecnologica che raccoglie i dati dei diversi punti cassa presenti in negozio, li sigilla secondo le specifiche modalità previste dalla normativa e li invia all’Agenzia delle Entrate.

È possibile, configurare il server RT solo in presenza delle seguenti condizioni:

  • punto vendita con almeno tre punti cassa;
  • certificazione del bilancio d’esercizio;
  • adozione efficiente del sistema di controllo interno in base al “Modello di organizzazione, gestione e controllo” del D.Lgs. 231/200-

 

  • Registratore Telematico: cosa cambia per i clienti con lo scontrino elettronico

Con l’introduzione del registratore telematico, il cliente riceve non più uno scontrino fiscale ma uno scontrino elettroni, ovvero un documento commerciale che non sarà valido a fini fiscali ma sarà valido per garanzie e resi.

Grazie allo scontrino elettronico, i controlli anti-evasione potranno essere fatti in modo globale e sistematico, con il tracciato telematico garantendo rappresenta dunque un ulteriore passo in avanti nel processo di dematerializzazione delle procedure fiscali e lotta all’evasione.

scontrini

  • Registratore Telematico: i vantaggi

Con l’adozione della procedura di invio telematico dei corrispettivi elettronici con il Registratore Telematico tutto sarà più semplice, veloce e a prova di errore. Ecco i vantaggi per l’esercente

  • verifica ogni due anni invece che ogni anno e risparmio considerevole dei costi;
  • addio scontrino di carta( lo scontrino ha validità esclusivamente commerciale e di garanzia dell’acquisto);
  • fine del registro dei corrispettivi: sono sostituiti dallo scontrino elettronico
  • comunicazione diretta con l’Agenzia delle Entrate;
  • zero rischio di perdere i documenti;
  • zero errori durante la trasmissione dei corrispettivi elettronici;
  • zero problemi di sicurezza e di autenticità del contenuto riduzione considerevole del tempo dedicato all’incontro con il commercialista e quindi più tempo per te e per gestire la tua attività;
  • sicurezza massima dei dati;
  • autenticità garantita dei dati;
  • fine obbligo di certificazione fiscale, fermo restante l’obbligo di emettere fattura quando il cliente la richiede


Ora hai ben chiaro come funzionerà il nuovo Registratore Fiscale, altre novità bollono in pentola legate a questo nuovo strumento, come l’ipotesi di una lotteria degli scontrini.

Continua a seguirci per essere sempre informato. Per qualsiasi altra informazione vieni a trovarci in negozio, ti aspettiamo!